eh cookies

venerdì 20 novembre 2015

"Je suis en terrasse"?!

"Je suis en terrasse"?!

L'ultimo slogan post-strage, in Francia, è "je suis en terrasse", ossia "rimango seduto ai tavolini dei bar e dei bistros".

In pratica, gli islamici gridano "allah u akbar".
Certi europei gridano "noi stiamo al bar".

Una generazione di ritardati pretende di poter sorseggiare il caffé, come se nulla fosse...

3 commenti:

  1. Quando ho visto il filmato dello stadio, della gente in fila cantando la marsigliese, m'e' salita la tristezza più profonda. Hollande portato di peso lontano dal caos e i "parigini" (virgolettato perché parigini veri non ce ne sono più ormai) lì a cantare un inno di uno stato che non c'è più. Poi, il pianista che suona imagine di Lennon... Gli slogan del noi non abbiamo paura... Però, intanto ci ammazzano grazie anche ai vari hollande (che si salvano sempre), gli Obama premi Nobel per la pace...

    RispondiElimina
  2. A chi Allah Akbar.
    A chi Allah Al Bar.

    RispondiElimina
  3. Eleonora, c'è anche da dire che molto è dovuto a ciò che viene fatto vedere dai mezzi di comunicazione. Tanto per dire, come giudicare (se la notizia è vera) che in Francia negli ultimi giorni il sito per l'arruolamento nell'esercito ha moltiplicato per sette i contatti? D'accordo, sono i giorni successivi, ma anche il fatto che negli ultimi anni sia così cresciuto il FN dei Le Pen non è un caso. Ossia, la "generazione Bataclan", che grida "je suis en terrasse", per fortuna, non è la totalità dei francesi. Il resto verrà...

    RispondiElimina