eh cookies

giovedì 12 luglio 2012

Come gli europei vedono gli islamici

Come gli europei vedono gli islamici: Francia, Germania, Olanda, Regno Unito


A febbraio, l'istituto di sondaggi francese IFOP ha pubblicato uno studio, effettuato nell'aprile 2011, sulla visione che i cittadini di quattro nazioni europee (Francia, Germania, Olanda e Regno Unito), con forte presenza immigrata di fede maomettana, hanno proprio della realtà maomettana in riferimento a un determinato insieme di questioni, come la possibilità che essa rappresenti una minaccia o il livello percepito di integrazione degli islamici, ecc.

I risultati complessivi sono abbastanza intuibili. Non sorprende, ad esempio, che i dati di Regno Unito e Olanda (forse per i fatti del 7 luglio 2005 e per l'omicidio di Theo Van Gogh), riguardo la minaccia maomettana, siano leggermente più alti rispetto agli altri due Paesi, né sorprende che meno di un quarto del campione, per ogni Paese, consideri gli islamici un fattore di arricchimento culturale. Non sorprende che gli elementi maggiormente considerati per spiegare la cattiva integrazione degli islamici siano il loro rifiuto proprio d'integrarsi (concetto comunque opinabile) e le forti differenze culturali (concetto già più sensato).

E' più interessante, semmai, dare un'occhiata ai particolari.

  • Nel Regno Unito e in Francia, circa un terzo pensa che gli islamici siano integrati (non è poco, se ci pensate bene).
  • Sempre nel Regno Unito e in Francia, vi sono le più alte percentuali riguardo l'opposizione al velo islamico nelle scuole, ma anche nei luoghi pubblici.
  • Regno Unito e Francia mostrano le percentuali più basse per quanto riguarda l'opposizione alla costruzione di moschee (meglio la moschea del velo?).
  • La Germania sembra essere la meno preoccupata per quanto riguarda la presenza di partiti o singoli candidati maomettani (se ci pensate, la cosa, almeno al momento, è comprensibile).
  • Per quanto riguarda gli under 35, Germania e Olanda mostrano una maggiore diffidenza verso gli islamici, anche rispetto al campione generale nazionale.
  • Gli under 35 di Francia e Regno Unito, tra le varie ragioni per la cattiva integrazione islamica, aggiungono anche un ipotetico razzismo contro gli islamici, mentre olandesi e tedeschi gli danno una piccola importanza, al pari del campione generale nazionale.

Se considerate tutti questi "particolari", in francesi e britannici qualcosa non va?

Les regard des européens sur l'islam (Sarah Alby + Beltrande Bakoula, IFOP, 16 febbraio 2012) [in PDF]

Nessun commento:

Posta un commento