eh cookies

domenica 29 gennaio 2012

E' dura vedere la realtà, quando si è ideologizzati

E' dura vedere la realtà, quando si è ideologizzati: riguardo una campagna anti-razzista negli USA

Twin Ports, area metropolitana suddivisa tra le cittadine di Duluth, in Minnesota, e Superior, in Wisconsin, di recente è diventata protagonista di una campagna sociale in favore delle minoranze allogene. La campagna, denominata Un-Fair Campaign ( http://unfaircampaign.org/ ), ha uno slogan che suona così: "E' dura vedere il razzismo quando si è bianchi".

La città di Duluth ha 27.000 abitanti ed è composta al 93% da bianchi, mentre Superior ugualmente ha circa 27.000 abitanti ed è composta al 94% da bianchi. L'Un-Fair Campaign è, perciò, un'iniziativa locale e, soprattutto, estremamente limitata geograficamente. Promotori dell'iniziativa anti-razzista sono il comitato del Clayton Jackson McGhie Memorial, dedicato al ricordo del linciaggio di tre afro-americani, avvenuto nel 1920 a Duluth, i servizi pubblici della contea di St. Louis in Minnesota, l'università del Minnesota e l'YWCA, una ONG femminile, cristiana e internazionale.

La campagna nasce dopo uno studio della John S. & James L. Knight Foundation in collaborazione con la Gallup ( http://www.soulofthecommunity.org/sites/default/files/DULUTH.pdf ), che metterebbe in risalto come Duluth, economicamente benestante e con un forte sentimento civico diffuso, non sarebbe però aperta verso i "diversi" in senso lato. Tale idea si basa su una sorta di teorema della Gallup, secondo cui in una comunità il senso di appartenenza alla stessa aumenta coll'aumentare di determinati parametri. Tra questi, i tre più importanti sono le offerte sociali (ossia luoghi e possibilità di incontro pubblici e culturali), l'apertura sociale (verso le minoranze, sia etniche, sia anagrafiche, sia sessuali, ecc.) e le bellezze locali (intese sia come paesaggi naturali, sia come decoro urbano). A voi giudicare la serietà di tale impostazione.

Ora fatevi una semplicissima domanda: secondo voi, città come Los Angeles o New York possono dimostrare di avere gradi di genuino attaccamento, da parte dei propri abitanti, superiori a realtà come Duluth? Proprio nello studio della Knight Foundation, Duluth viene descritta come una cittadina adatta per le persone anziane e le famiglie con bambini piccoli; meno per i singles e gli immigrati. Un tempo Duluth sarebbe stata considerata una realtà a "misura d'uomo". Adesso, invece, si sprecano soldi in campagne ideologiche. E, per inciso, il grosso degli autori e sostenitori della campagna in questione sono bianchi. Quindi, quello slogan, che abbiamo citato sopra, suona doppiamente ridicolo. Aprissero realmente gli occhi...

Nessun commento:

Posta un commento